Lettera di risoluzione del mutuo

Il mancato pagamento, ovvero quello effettuato dopo 180 giorni dalla scadenza della rata, è invocabile dalla banca come normale causa di risoluzione del contratto per inadempimento, ai sensi dell’art. 1453 e ss. cod. civ..

La banca potrà, così, invocare la risoluzione giudiziale del negozio di finanziamento

nell’ipotesi di pagamento ritardato verificatosi per più di 7 volte, in quella di pagamento intervenuto oltre il 180° giorno dalla scadenza e, naturalmente, in caso di inadempimento assoluto, ossia di mancanza vera e propria del pagamento anche di una sola rata.

In questi casi resta pienamente applicabile l’art. 1819 cod. civ., il quale consente, nel caso di inadempimento dell’obbligo del pagamento anche di una sola rata, di richiedere al cliente l’intero senza effetti risolutivi del contratto.

By |giugno 16th, 2016|

About the Author: